Carpino bianco, Carpinus betulus L., Betulaceae, P scap

Càrpano. Ai nostri giorni è di gran lunga meno frequente del Carpino nero, ma sembra invece fosse molto più diffuso in passato. Spesso sostituisce il C.nero in ambienti umidi, per poi rilasciare spazio al C.nero non appena il suolo si fa più arido. E’ un ottimo legno da ardere ed era il legno più ricercato per la produzione della carbonella. Si distingue molto bene dal Carpino nero per la superficie liscia della corteccia e per le scanalature del tronco. Inoltre mantiene a lungo le foglie secche anche in inverno. Anche i frutti sono molto diversi: nel nero sono riuniti in una infruttescenza a cono, nel bianco formano delle curiose composizioni trilobate. Molto usato anche per filari e giardini di città.
Per osservare il carpino bianco è possibile scegliere il percorso "Incaffi: Monte Moscal".

In questo sito potrai trovare informazioni utili per organizzare una vacanza o una escursione in una delle zone più belle d’Italia.

Paesaggi ricchi di storia e di interesse naturalistico si accompagnano ad una proposta enogastronomica e di accoglienza di primissima qualità.


Iniziativa realizzata con il contributo di
Regione del Veneto - Assessorato alle Politiche sociali, Volontariato e Non Profit
Fondazione Cariverona
Ser.i.t. srl
 

© 2022 - Colline Veronesi

Progetto promosso dall'Associazione di Promozione Sociale IL CARPINO | info@collineveronesi.it