Back

San Giovanni Ilarione: Colombara Monte Calvarina Colombara

Descrizione

Si parte, 10h12, da Colombara (252), prendendo diritto per i Leasi. Ai Leasi (), si va diritti, tenendo il progno sulla propria sinistra e prendendo per i Sanmicheli al Sengio. L’asfalto finisce nei pressi dei Sanmicheli (), 10h26m. Qui si va su a sinistra per le Lore, seguendo la capezzagna con le due tracce cementate e indicata da una freccia. Ad un bivio, tenere a sinistra, a destra rimane un campo di ciliegi. Altra capezzagna: si va a destra, in salita. 10h36: si sbuca su una capezzagna cementata: prendere a sinistra, in leggera salita. In breve si raggiungono le Lore, 10h41m (395 l’agglomerato di case inferiore e 416 quello superiore) … Arrivati ad una strada di asfalto, si gira a sinistra. Si oltrepassa una villetta; al primo capitello che si incontra, si va sua a destra. Al secondo capitello, invece, si va su a sinistra, per asfalto. Si giunge ad un capitello che prelude alla contrada Potacci (469): si prende il sentiero che va su alla destra del capitello. Si arriva su un campo e, seguendo le tracce del trattore, si arriva sull’asfalto. (11h11). Da qui si va a destra e in breve si raggiungono i Ciampetti (), 11h12. Qui si prende su a sinistra: ad un bivio nei pressi di un terrapieno di basalto, tenere la sinistra. Procedere diritti andando verso la collina, prendendo il sentiero che si inoltra nel bosco, in salita. Dopo qualche tornante si sbuca su un largo sterrato che corre sulla dosale: a tale sterrato corrisponde il sentiero CAI 21 (11h30m). Si prosegue su per il crinale. Scendendo leggermente, si giunge a un ristorante; ad un bivio si procede diritti per la stradina cementata (11h52) che costeggia il fianco del Calvarina. Finalmente si arriva al bivio (ci sono le indicazioni, per dove si è venuti, di Baita Calvarina e Dacia Biolo) e si sbuca su l’asfalto, 12h05m, che conduce alla base del Calvarina. Per un pertugio si penetra nella base aeronautica abbandonata del Monte Calvarina (682). Raggiungere l’estremità ovest andando giù verso la rete di recinzione, garitta. In corrispondenza della seconda garitta si esce dalla base e si arriva in un campo: tagliarlo completamente e penetrare nel bosco. Dopo qualche minuto in discesa si sbuca in un altro campo. Qui giunti, si prende il sentiero subito a destra che rientra nel bosco. Dopo qualche metro, c’è un bivio e si va a sinistra (12h25). Fatto un centinaio di metri, la traccia di sentiero sembra finire ad un appostamento ‘torre’, (12h35): continuare in discesa molto pendente. Prendiamo una carrareccia erbosa poco più in basso che conduce ad una forestale un po’ più ampia. Andiamo a destra. Costeggiando il fianco della collina, ci si ricongiunge (12h59) ad un ‘altra carrareccia che in breve porta ai Potacci(), 13h05. Da qui per asfalto giù alla Lora. E si riprende la capezzagna con le due strisce cementate. Al bivio dopo i morari svoltare a sinistra, invece che a destra, come all’andata. Si arriva un vigneto, lo si costeggi e per scarpatina si arriva ai sottostanti Sanmicheli (). Per asfalto si passano nuovamente dai Leasi (), 13h34 fino ad arrivare a Colombara (), 13h38.

Markers - Way point

Colombare

Punto di partenza del giro: si prende diritti la strada asfaltata per i Leasi. Sulla strada asfaltata che sale a sinistra compare l'indicazione gialla e blu dei basalti colonnari.

Sanmicheli al Sengio

Contrada:  finisce l'asfalto proveneniente dai Leasi. Il sentiero prosegue a sinistra per una carrareccia (c'è una freccia bianca che indica il percorso) .


Lore

Il toponimo Lora,  termine veneto per  imbuto (vedi Dizionario del Beltramini e Dizionario Etimologico del Bondardo), di riflesso indica la zona dove l’acqua continua a gorgogliare. “Bear come ‘na lora”, un'espressione tipica dialettale veronese. In effetti lì scorre un ruscello. “Lora” nella zona cimbra indica dolina (Rapelli, Toponomastica Veronese).

Leasi

Caratteristica casa con pietre basaltiche. Toponimo oscuro.

Potacci

Contrada posta sopra le Lore. "Potacio", in dialetto veronese significa "pasticcio, sgorbio, pasticciare" (Bondardo, Dizionario Etimologico) e quindi riferito ad una situazione geografica potrebbe indicare luogo dove l'acqua si impaluda. Da notare, come già visto per le Lore, come l'acqua la faccia da padrona. Dato il substrato basaltico della zona.


Ciampetti

Dorsale monti Madarosa - Calvarina

Sulla dorsale, imboccata dopo i Ciampetti, prendendo a destra, è presente un ampio sterrato. Tra i boschi di castagno sommitali, verso la Val d'Alpone si aprono dei prati dove, come sul Soeio e le Tre Punte di Prealta, sono presenti numerosi appostamenti di caccia. Il luogo, infatti, è una nota area migratoria. Noi sognamo che un giorno gli unici rumori autunnali saranno i clic delle macchinette fotografiche.

Torri di tubi innocenti

Qua e là si vedono spuntare torri di tubi Innocenti per la caccia ai colombacci.

Ristorante, lungo la dorsale

Monte Calvarina

Sulla cima si trova una vecchia base militare, ora in disuso

San Giovanni Ilarione: Colombara Monte Calvarina Colombara

Escursione nella Val d'Alpone, all'estremità orientale della provincia veronese. Tra contrade, muretti a secco di basalto, prati, boschi di castagno e vecchie basi militari

Come arrivare

Dalla contrada Colombara che si raggiunge da San Giovanni Ilarione.

10,1 km; 3ore 30 minuti; 500 metri.

Attenzione all'orientamento nella discesa dal Calvarina.

Misto (asfalto, sterrato, sentiero, capezzagna)
Assente
Non viene effettuata la manutenzione
Sulla dorsale: CAI (sentiero 21)
a piedi 

Legenda simboli

albero monumentale Albero monumentale area archeologica Area di interesse archeologico bosco Bosco
casa / rifugio / centro abitato Casa / Rifugio / Centro abitato chiesa Chiesa cippo Cippo / Monumento
area di interesse geologico Area di interesse geologico incrocio Incrocio punto panoramico Punto panoramico
punto piu alto Punto più alto sul percorso segnavia Segnavia sorgente Sorgente
partenza estpartenza nordpartenza ovestpartenza sud Partenza verso...            

Iniziativa realizzata con il contributo di
Regione del Veneto - Assessorato alle Politiche sociali, Volontariato e Non Profit
Fondazione Cariverona
Ser.i.t. srl
 

© 2017 - Colline Veronesi

Progetto promosso dall'Associazione di Promozione Sociale IL CARPINO | info@collineveronesi.it