Back

Mezzane di Sotto: Rive Bianche - Castagnè - Monte Grigi

Descrizione

Si può parcheggiare nella piazza della Chiesa di Castagnè – Piazza Guglielmo Marconi - (che si raggiunge da Verona via Montorio e Pian di Castagnè). Qui parte l’escursione andando verso sud, imboccando via Castello, posta a destra della Chiesa, se si guarda verso sud, cioè la facciata della Chiesa. Poco dopo, si incontra sulla propria destra una fontana di acqua potabile con un caratteristico 'arbio'. Oltrepassata la fontana, si abbandona la stradina asfaltata e si piega a destra in discesa per una stradina in cemento-asfalto. Si giunge ad un bivio contrassegnato da una caratteristica croce in ferro e si prende a sinistra, per la capezzagna con un muretto a secco sulla propria sinistra. In breve si giunge alla contrada Randolari. Da qui si prosegue per lo sterrato, che, dopo aver passato un’abitazione (sulla propria sinistra) conduce alla strada sterrata che porta alla contrada Rive Bianche. Proseguendo in discesa lo sterrato, adesso Via de Gasperi, passa attraverso due cippi in marmo confluendo ad un trivio, sul fondovalle di Marcellise. Lo sterrato prosegue fino ad incrociare la provinciale che da Marcellise porta al Pian di Castagnè, poco sopra i Gugi. Invece il percorso al trivio svolta a sinistra, in salita, seguendo, delle tre, la capezzagna centrale (quella più a sinistra porterebbe al capitello dove arriva la stradina asfaltata sulla dorsale di San Briccio – Montigarbi). La capezzagna così imboccata si snoda tra gli ulivi e alla sua conclusione interseca il sentiero CAI della dorsale San Briccio - Montigarbi. All’incrocio con tale sentiero, il percorso va a sinistra, seguendo il sentiero CAI. Poco dopo l’imbocco del sentiero CAI, si giunge a Ca' del Bosco: il toponimo è scritto sul casolare posto sulla destra. Dopo aver percorso il sentiero segnato CAI da Ca' del Bosco, si arriva ad un bivio. Il percorso consigliato piega in alto a sinistra per Castagnè, per una capezzagna piuttosto erta. Il sentiero CAI prosegue a destra e sbuca in prossimità di una croce posta sulla strada asfaltata che dal cimitero di Mezzane di Sotto porta a Castagnè. Si segue la capezzagna finché non si arriva sulla stradina di asfalto presa all’inizia del percorso, nei pressi di un cipresso. Si segue la stradina fino a giungere nella piazza della Chiesa di Castagnè. Qui si conclude la prima parte dell’8. La seconda parte inizia alla fontana lavatoio di recente costruzione situata all’estremità nord della piazza. Qui si imbocca in salita via Marzotto, lasciando sulla propria sinistra un vetusto carpino nero posto a fianco di una vecchia abitazione in pietra. Si giunge così ad un bivio e si prende la stradina a destra che in breve diventa cementata. Si percorre questa stradina fino alla sua fine, dove c’è un gruppo di villette, nel bosco. Si prende poi la strada forestale che va verso destra, nel bosco di carpini. Dopo il tratto nell'ostrio-carpineto (bosco di frassini e carpini), si arriva ad un bivio. Andando a sinistra si andrebbe verso un'antenna/ripetitore, chiaramente visibile. Il percorso invece prosegue a destra, lasciando sulla sinistra un campo e passando accanto ad un ricovero attrezzi, posto al di là della siepe che confina con il sentiero. Proseguendo si arriva ad uno sterrato piuttosto largo che a destra, dopo un centinaio di metri, finisce ad una casa in costruzione. A sinistra invece ci si ricongiunge con la strada asfaltata che dal Pian di Castagnè va verso Caiò. Il percorso prosegue diritto, imboccando il sentiero, a tratti su prato arido, che porta in breve sulla sommità del Monte Grigi. Qui si ammira i panorama, a 360 gradi e poi ritorna indietro per lo stesso percorso fino ad incrociare lo sterrato che adesso si prende a destra, in direzione di Caiò. Prima di arrivare nella frazione, si gira a sinistra, oltrepassando una sbarra (proprietà privata). Si procede fino a siepe lasciando a perdere una deviazione a destra in discesa, che si attraversa, andando a sinistra per una strettoia. E si tenga come riferimento l'antenna-ripetitore, che, poco dopo si raggiunge. Da qui diparte una strada di servizio che si percorre fino a che non diventa asfalto e non a ricongiungersi con il bivio dopo il carpino nero. Si percorre quindi il breve tratto che separa dalla piazza di Castagnè.

Markers - Way point

Croce al bivio Randolari

Tornando da Castagnè, superata la fontana, si svolta a destra per una stradina in cemento-asfalto. Si giunge ad un bivio contrassegnato da una caratteristica croce in ferro e si prende a sinistra. Poco dopo, sulla strada, contrada Randolari.

Fontana Castagnè

Fontana di acqua potabile con 'arbio', che si incontra poco dopo la piazza della chiesa di Castagnè, verso sud.

 

Trivio sotto contrada Rive Bianche

Superata la contrada Rive Bianche, proseguendo in discesa, lo sterrato (adesso è denominato Via de Gasperi), passa attraverso due cippi in marmo confluendo ad un trivio, sul fondovalle di Marcellise. Lo sterrato prosegue fino ad incrociare la provinciale che da Marcellise porta al Pian di Castagnè, poco sopra i Gugi. Invece il percorso al trivio svolta a sinistra, in salita, seguendo, delle tre, la capezzagna centrale (quella più a sinistra porterebbe al capitello dove arriva la stradina asfaltata sulla dorsale di San Briccio – Montigarbi).

Randolari

Bivio sentiero CAI

La capezzagna presa al trivio, passando tra uliveti, interseca il sentiero CAI della dorsale che da San Briccio passa per i Montigarbi. Qui il percorso va a sinistra, seguendo il sentiero CAI.

Ca' Del Bosco

Poco dopo aver imboccato il sentiero CAI, si giunge a Ca' del Bosco: il toponimo è scritto sul casolare dipinto di rosso, dove è stata marcata la posizione

Bivio a Sx per Castagnè

Dopo aver percorso il sentiero segnato CAI da Ca' del Bosco, si arriva ad un bivio. Il nostro percorso piega in alto a sinistra per Castagnè, per una capezzagna piuttosto erta. Il sentiero CAI prosegue a destra (diritto) e sbuca in prossimità di una croce posta sulla strada (asfaltata) che dal cimitero di Mezzane di Sotto va a Castagnè

 

Strada asfalto, Cipresso

La capezzagna sbuca sull'asfalto un po' prima di Castagnè: il passaggio tra sterrato e asfalto è segnato da un cipresso

Carpino

E' un vecchio carpino nero (Ostrya carpinifolia), poco dopo Castagnè verso Monte Grigi, che resiste cocciuto all'urbanizazione che avanza attorno, in contrasto con le case in pietra lasciate andare in rovino.

Fine stradina cemento

Dopo aver imboccato via Marzotto a Castagnè, si giunge ad un bivio e si va a destra: la stradina diventa di cemento e la si percorre fino alla fine, dove ci sono delle vilette. Si prende poi la strada forestale che va verso destra, nel bosco di carpini.

 

Bivio Antenna: a dx

Dopo il tratto nell'ostrieto, si arriva ad un bivio. Andando a sinistra si andrebbe verso un'antenna/ripetitore. Il percorso prosegue a destra, lasciando sulla sinistra un campo e passando vicino ad un ricovero attrezzi, posto al di là della siepe che confina con il sentiero.

Bivio sentiero per Monte Grigi

Si arriva ad uno sterrato piuttosto largo che a destra, dopo un centinaio di metri finisce ad una casa in costruzione. A sinistra invece ci si ricongiunge con la strada asfaltata che dal Pian di Castagnè va a Caiò. Il percorso prosegue diritto, imboccando il sentiero, a tratti su prato arido, che arriva sul Monte Grigi.

Monte Grigi

Bel punto panoramico verso le colline circostanti, a pianura e verso nord: all'estrema destra l'alta Val del Chiampo, Monte Falcone (Malga Campodalbero e Bocchetta Gabellele), andando verso sinistra Monte Telegrafo e Scalette di Campofontana, Val Fraselle Terrazzo e Zevola e il gruppo del Carega.

Passaggio nella siepe (a sx)

Dopo essere scesi dal Monte Grigi, si prende lo sterrato a destra, incrociato all'andata. Si prosegue e poco prima di arrivare sull'asfalto che porta a Caiò si piega a destra per una capezzagna (proprietà privata). Si procede fino ad una siepe, la si attraversa andando a sinistra. Tenendo come riferimento l'antenna-ripetitore, che, poco dopo si raggiunge. Da lì si prende la stradina che porta a Castagnè.

 

Partenza dell'escursione

Dalla piazza della Chiesa di Castagnè.

Mezzane di Sotto: Rive Bianche - Castagnè - Monte Grigi

Il percorso proposto è un 8 centrato sul paese di Castagnè: nella prima parte si scende nella Valle di Marcellise, nella seconda si sale sul Monte Grigi. Essendo ad anello, i due percorsi sono indipendenti e possono essere eseguiti in tempi diversi.

Come arrivare

Dalla piazza della Chiesa di Castagnè che si raggiunge da Montorio, Pian di Castagnè.

9km; 3 h; 400m

Nessuna difficoltà.

Misto: capezzagne, sterrati, sentieri, asfalto
Assente
Non viene effettuata la manutenzione
Colline veronesi
a piedi 

Legenda simboli

albero monumentale Albero monumentale area archeologica Area di interesse archeologico bosco Bosco
casa / rifugio / centro abitato Casa / Rifugio / Centro abitato chiesa Chiesa cippo Cippo / Monumento
area di interesse geologico Area di interesse geologico incrocio Incrocio punto panoramico Punto panoramico
punto piu alto Punto più alto sul percorso segnavia Segnavia sorgente Sorgente
partenza estpartenza nordpartenza ovestpartenza sud Partenza verso...            

Iniziativa realizzata con il contributo di
Regione del Veneto - Assessorato alle Politiche sociali, Volontariato e Non Profit
Fondazione Cariverona
Ser.i.t. srl
 

© 2017 - Colline Veronesi

Progetto promosso dall'Associazione di Promozione Sociale IL CARPINO | info@collineveronesi.it